PRINCIPI GENERALI

PRINCIPI GENERALI

ART. 1

L' Istituto magistrale "Vittorio Gassman" è una "comunità educante" che si richiama ai principi e ai valori della libertà, della democrazia, del rispetto civile e umano, della tolleranza e della comprensione, del reciproco aiuto morale e materiale, della tutela e della salvaguardia della salute.

ART. 2

I due aspetti di fondo che caratterizzano l'Istituto e hanno contribuito largamente a ispirare il Piano dell'Offerta Formativa (P.O.F.) che il nostro Collegio dei docenti propone alle famiglie e agli alunni sono:

1              Apertura alla modernità, alla contemporaneità, alla complessità scientifica, culturale, sociale In tal senso, l'Istituto — attraverso scelte metodologiche e didattiche idonee e una serie di strumenti appropriati e conseguenti - punta a far acquisire ai propri alunni piena dimestichezza e familiarità con approcci e metodi di apprendimento, di conoscenza, di comunicazione, di analisi propri del sapere del nostro tempo: il sapere informatico, il sapere multimediale, quello linguistico, aggiornate competenze scientifiche e tecnologiche, la lettura sociologica dei cambiamenti umani e sociali, l'approccio psico-pedagogico alle problematiche dell'adulto e del minore.

2              Attenzione alla società dell'uguaglianza e dei diritti, prescindendo dalle diversità di condizione fisica, di cultura, di religione, fatte oggetto di approfondite riflessioni tali da rendere spontanea l'assimilazione di principi quali la tolleranza, l'accettazione della diversità, l'integrazione, sotto ogni punto di vista.

ART. 3

Apposito albo è riservato a ciascuna componente della comunità scolastica per comunicazioni, affissioni, convocazioni di assemblee, per incontri su argomenti e problemi generali e particolari della scuola. L'uso degli spazi disponibili deve salvaguardare il diritto di tutte le componenti, in modo da garantire il pluralismo delle espressioni. Tali fogli, cartelli, avvisi, manifesti ecc. devono portare la data e la firma leggibile di chi li espone e sono affissi sotto la responsabilità di chi li affigge. Uno dei delegati degli studenti nel Consiglio di Istituto provvederà a siglare il documento da affiggere. Il Dirigente Scolastico può tuttavia disporre che sia tolto dall'albo un documento che egli giudichi incompatibile con le norme del presente regolamento o con le norme e le esigenze formative e democratiche della scuola. In tal caso, il responsabile degli studenti può appellarsi all'organo di garanzia. E' vietata la distribuzione di volantini, giornali, manifesti e stampati in genere all'interno dell'istituto senza autorizzazione del preside.